Blogtour Per un chicco di caffè tappa 3 ambientazione

Aggiornamento: 28 dic 2021

Cari lettori/lettrici,

sono onorata di ospitare oggi nel mio blog la terza tappa del blogtour del romanzo Per un chicco di caffè.


Questo romanzo è ambientato nel 2016 a Roma, la capitale d’Italia, città d’arte perfetta per la protagonista, Cassandra, che ama e studia la storia dell’arte.

Cassandra ci mostra alcuni luoghi della sua città, come Piazza del Popolo, Castel Sant’Angelo, Villa Pamphili, ma anche monumenti, come l’Ara Pacis o la Barcaccia.

Un paio di luoghi e monumenti che incontriamo nel romanzo:




La fontana dei Leoni a Piazza del Popolo:





La fontana dei Leoni a Piazza del Popolo si sviluppa intorno all’obelisco: ai quattro angoli del basamento a gradini, Valadier colloca delle vasche rotonde di travertino sopra le quali, su tronchi di piramide, sempre a gradini, sono posti leoni di marmo bianco in stile egizio dalle cui bocche sgorgano ampi ventagli d’acqua.




La Barcaccia del Bernini:





La sua realizzazione comportò il superamento di alcune difficoltà tecniche, dovute alla perdurante bassa pressione dell’acquedotto dell’Acqua Vergine in quel particolare luogo, che non permetteva la creazione di zampilli o cascatelle. Il Bernini, tuttavia, risolse l’inconveniente, ideando la fontana a forma di barca semisommersa in una vasca ovale posta leggermente al di sotto del piano stradale, con prua e poppa, di forma identica, molto rialzate rispetto ai bordi laterali più bassi, appena sopra il livello del bacino. Al centro della barca, un corto balaustro sorregge una piccola vasca oblunga, più bassa delle estremità di poppa e prua, dalla quale fuoriesce uno zampillo d’acqua che, riempita la vasca, cade all’interno della barca per tracimare dai bordi laterali bassi e svasati, nel bacino sottostante. L’acqua sgorga da altri sei punti: due sculture a forma di sole con volto umano, che gettano acqua verso altrettante conche all’interno dell’imbarcazione, e quattro fori circolari rivolti verso l’esterno, simili a bocche di cannone. Oltre ai due soli, completano le decorazioni due stemmi pontifici, con la tiara e le api simbolo araldico della famiglia del pontefice (i Barberini), alle estremità esterne della barca, tra le due bocche di cannone.



Considerazione personale: trovo che l'idea di ambientare il romanzo a Roma, meravigliosa capitale italiana sia una grande idea. Molti autori non ambientato in Italia e lo trovo veramente triste perché l'Italia non è certo priva di fascino e inoltre è molto più semplice ed effetti ambientare in luoghi e cultura che si conoscono meglio.

Complimenti all'autrice e Congratulazioni per il nuovo romanzo!


E voi, cosa ne pensate? Vi piace questa idea di ambientazione?


4 visualizzazioni0 commenti